Elenco Articoli del comitato di Busca della Croce Rossa

post image

Vademecum per la presentazione delle domande degli aspiranti volontari di Servizio Civile

Il 4 settembre 2019 il Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale ha pubblicato il Bando 2019 per il finanziamento dei Progetti SCU presentati dai Comitati. Tra le novità introdotte dal Bando in questione, quella più significativa riguarda senza dubbio la modalità di presentazione delle domande da parte degli aspiranti Operatori Volontari di Servizio Civile Universale, la quale potrà avvenire ESCLUSIVAMENTE on-line. Gli aspiranti Operatori Volontari dovranno infatti presentare la loro domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma “Domande on Line” (DOL), raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it Tale link è presente nelle sezioni dei siti internet, sia del Dipartimento che di Croce Rossa Italiana, dedicate al Bando 2019.

Maggiori Dettagli

post image

Servizio Civile in Croce Rossa: otto posti per Busca e otto per Manta

Su 179 posti disponibili per le 32 sedi di Croce Rossa  del Comitato Provincia Granda, otto sono stati riservati al comitato di Busca e altri otto alla delegazione di Manta. I giovani di età compresa tra i 18 e 28 anni entro il 15 settembre possono presentare la domanda scaricando l’apposito modulo reperibile in rete, oppure recarsi in sede a Busca (Corso Romita 58) dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12 facendo riferimento a Remo Ciravegna (3804326412) o Enrico Giobergia (3382790986).

La durata del servizio è di un anno e contempla una retribuzione di 433 euro netti al mese per 25 ore lavorative settimanali.  I giovani ammessi a svolgere il servizio in Croce Rossa saranno addestrati tramite un corso a svolgere i compiti di barellieri in emergenza, nei trasporti per visite ospedaliere, dialisi e per altri servizi svolti nell’ambito della manifestazioni sul territorio.

Maggiori Dettagli

post image

Nuovo corso per aspiranti volontari

La data di inizio corso non è stata ancora fissata, ma il 25 ottobre 2019 ci sarà la presentazione del nuovo corso per aspiranti volontari organizzato dal Comitato Cri di Busca. (I dettagli nella locandina allegata).

In attesa della presentazione del corso lanciamo il nostro accorato appello alle tante persone di buona volontà affinché si facciano avanti ed entrino a far parte della grande famiglia della Croce Rossa. Possono diventare Volontari CRI tutti i cittadini italiani, i cittadini comunitari e i cittadini non  comunitari  in regola con i permessi previsti dalla normativa attuale, che abbiano almeno 14 anni.

Maggiori Dettagli

post image

Vice responsabile dei volontari della Croce Rossa del Principato di Monaco in vista a Cri Busca

La vice responsabile dei volontari della Croce Rossa del Principato di Monaco, Viviana Fraval, mercoledì 10 luglio è stata in visita ufficiale al Comitato Cri di Busca. Accompagnata dal marito Marco e della figlia Lucie, l’esponente della Croix-Rouge monégasque è stata accolta in sede da Livio Chiotti, presidente del Comitato Provincia Granda, dal presidente del Comitato Cri di Busca onorevole Teresio Delfino, da Remo Ciravegna del consiglio di amministrazione, dal segretario Enrico Giobergia e dal delegato nazionale Truccatori e simulatori Cri e volontario buschese Beppe Giordana il promotore dell’incontro.

Maggiori Dettagli

post image

Solferino 2019… una grande emozione!

Un’esperienza entusiasmante, coinvolgente e unica. Pochi ingredienti, ma sono stati proprio l’entusiasmo, la passione, l’amicia e il senso di appartenere ad una grande famiglia la vera e coinvolgente cornice dell’appuntamento con Solferino 2019 al quale il Comitato di Busca ha partecipato con altri amici e colleghi di alcuni comitati a noi vicini: Melle, Sampeyre, Dronero, Peveragno, Borgo san Dalmazzo e Mondovì con i quali abbiamo fatto il viaggio. Perché Solferino? Perché proprio in questi luoghi  nel 1859 si svolse la celeberrima battaglia, durante la quale Henry Dunant ebbe l’idea di fondare quella che, nel corso degli anni, è diventata la più grande associazione di volontariato esistente al mondo.

Maggiori Dettagli

post image

Dalla colletta alimentare Cri 641 chilogrammi di alimenti alla Caritas

Ancora una volta la generosità dei buschesi e di tante persone del circondario ha dati i suoi frutti. La colletta alimentare, organizzata dal Comitato Provinciale Cri e per Busca messa in atto dal locale Comitato, ha offerto l’opportunità di raccogliere una mole consistente di generi di prima necessita i quali, grazie alla Caritas della città, andranno a portare un po’ di sollievo alle persone in difficoltà. Nella sola giornata di sabato 22 giugno, alcuni volontari Cri con il prezioso aiuto dei ragazzi del Servizio Civile, hanno raccolto oltre 641 chilogrammi di prodotti alimentari in virtù delle 1230 confezioni donate.

Maggiori Dettagli

post image

Ottanta ragazzi della media di Busca a “scuola” di Primo Soccorso

Un’ottantina di ragazzi della seconda media della scuola di Busca hanno partecipato lo scorso sabato primo giugno ad una lezione di primo soccorso tenutasi nella sede della Cri di Busca. I ragazzi, accmpagni dai professori, sono stati accolti in sede dai volontari Cri nonché istruttori Jacopo Giamello (che ha coordinato il corso), Gianpiero Ferrigno  e Stefano Giraudo. La lezione ha avuto per tema il primo soccorso con particolare attenzione alla chiamata al numero unico di emergenza 112, il Bls (Basic live support, ovvero il sostegno di base alle funzioni vitali attraverso la rianimazione cardiopolmonare), la disostruzione delle vie aere e il Pls, cioè la Posizione Laterale di Sicurezza). Interessati e partecipi i ragazzi hanno assistito alla lezione teorica interagendo con gli istruttori ed hanno partecipato con tutto il loro entusiasmo alle prove pratiche che si sono tenute nel campo posizionato a valle dei locali della Croce Rossa. Al termine del corso ai ragazzi è stato consegnato un attestato di partecipazione.

Maggiori Dettagli

Cri Busca al Gran Premio di Monaco

Un’esperienza bellissima! Con queste parole i sei volontari della Croce Rossa di Busca, hanno definito all’unisono l’esperienza al Gran Premio di Monaco di Formula 1 dello scorso 26 maggio.  I volontari di Busca, assieme ai colleghi di vari comitati della Provinicia Granda sono arrivati a Montecarlo mercoedì 22 e vi sono rimasti fino a Gran Premio concluso. Quattro giorni di impegni full time, stancanti e impegnativi, ma sicuramente memorabili. “Sono stati giorni intensi – raccontano i volontari Cri Busca – che non dimenticheremo facilmente. Naturalmente l’impegno è stato molto, molto intenso ma le soddisfazioni che ne abbiamo ricevuto in cambio ci hanno abbondantemente ripagati dalla fatica. Assistere e prestare assistenza sia alle prove che al Gran Premio è stata entusiasmante, così come ricorderemo con immenso piacere e orgoglio l’incontro con il principe Alberto, che è anche il Presidente della Croce Rossa Monegasca, al quale abbiamo avuto l’onore di stringere la mano. La Croce Rossa – concludono – è anche questo: passione, impegno e amicizia condivisa”.

Maggiori Dettagli

post image

Il vostro aiuto con il 5 per mille

Oggi vogliamo lanciare un appello a tutti i volontari ed ai tanti amici della Croce Rossa di Busca. E lo facciamo perché conosciamo il vostro affetto e l’amicizia che avete per il nostro Comitato. Conosciamo altresì la vostra generosità per cui siamo a chiedervi di sostenerci attraverso la prossima dichiarazione dei redditi.

Chi vuole continuare a starci vicino lo può fare destinando il 5 per mille alla Croce Rossa di Busca indicando nella dichiarazione dei redditi il seguente codice fiscale: 96090190040. Caro volontario e cari amici: la vostra scelta non costerà nulla, ma insieme potremo dare un importante aiuto alla nostra Croce Rossa per essere più forti al servizio del territorio. Grazie di cuore a tutti quanti vorranno darci una mano consigliando magari anche a parenti e amici questa opportunità.

Maggiori Dettagli

L’addio al nostro amico e collega Pino Tatulli

Oggi, proprio nella Giornata Mondiale della Croce Rossa, (8 maggio 2019) abbiamo accompagnato nel suo ultimo viaggio terreno, il nostro amico e collega Pino Tatulli. La Croce Rossa di Busca partecipando al dolore della famiglia, è stata doverosamente presente con molti volontari. All’uscita del feretro dalla chiesa, il nostro amico Pino è stato salutato con la sirena dell’ambulanza, proprio quell’ambulanza, che spesso ha guidato nei suoi lunghi anni in Croce Rossa. Di seguito riportiamo integralmente il ricordo che è stato letto in chiesa.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Per tutti noi che oggi siamo qui è un giorno triste. Lo è in primo luogo per la famiglia, ma lo è anche per chi come noi ha avuto il privilegio di avere Pino come collega e come amico. La tristezza dei nostri cuori non deve però prevalere sui tanti ricordi belli che Pino ci ha lasciato. Per tutti noi della Croce Rossa Pino era “quello del lunedì”, perché ogni lunedì al mattino era di turno come autista dell’ambulanza del 118. Ma da persona generosa qual era non si limitava al turno settimanale: soprattutto per i responsabili lui era quel porto sicuro in cui attraccare la nave dei nostri bisogni. Una telefonata ed ecco che Pino arrivava in sede, pronto per un nuovo servizio: da Torino a Milano, mai nessun problema. Del nostro amico ci piace ricordare la grande semplicità con cui sapeva far prevalere l’essere a scapito dell’apparire oggi tanto di moda. E il suo esserci si manifestava anche con la passione con la quale si era preso carico di un caso particolare: quando serviva lui c’era sempre per quel trasporto a Torino; un caso emotivamente più impegnativo di altri, ma proprio per questo lui lo sentiva un po’ come suo. Pino è rimasto con noi fino all’ultimo. Già minato nel fisico da quel male subdolo che se l’è portato via ha tenuto duro. Soffrendo, ma non si è arreso. A volte in servizio era un po’ sofferente e stanco, ma allo squillo del telefono come per magia tutto passava e partiva senza mai un lamento per portare assistenza dove serviva. Il 27 gennaio di quest’anno aveva ricevuto l’attestato per i 20 anni di servizio in Croce Rossa. Ne andava orgoglioso. Così tanto che per il suo ultimo viaggio ha scelto proprio la divisa della Croce Rossa. Adesso che non c’è più ci terremo stretti il suo ricordo. Lo sentiremo al nostro fianco perché siamo sicuri che dal posto in cui oggi si trova continuerà a far parte della famiglia della Croce Rossa di Busca. Adesso che vive nell’infinito del Cielo, ci piace immaginarlo alla guida della mitica Fiat 500 rossa fiammante di cui andava fiero, e naturalmente come autista dell’ambulanza con il cappellino Cri in testa. Ci mancherà. Ma andremo avanti anche per lui. Il caso vuole, o forse è un segno, che oggi sia la giornata Mondiale della Croce Rossa; e noi siamo qui a salutare un volontario della Croce Rossa. Lo salutiamo con una frase di sant’Agostino: “Coloro che amiamo e che abbiamo perduto non sono più dove erano, ma sono dovunque noi siamo”. Questo ci conforta, Pino resterà sempre uno di noi, anche se materialmente non ci sarà più.

Maggiori Dettagli