Dalla colletta alimentare Cri 641 chilogrammi di alimenti alla Caritas

Ancora una volta la generosità dei buschesi e di tante persone del circondario ha dati i suoi frutti. La colletta alimentare, organizzata dal Comitato Provinciale Cri e per Busca messa in atto dal locale Comitato, ha offerto l’opportunità di raccogliere una mole consistente di generi di prima necessita i quali, grazie alla Caritas della città, andranno a portare un po’ di sollievo alle persone in difficoltà. Nella sola giornata di sabato 22 giugno, alcuni volontari Cri con il prezioso aiuto dei ragazzi del Servizio Civile, hanno raccolto oltre 641 chilogrammi di prodotti alimentari in virtù delle 1230 confezioni donate. “Siamo tutti molto soddisfatti – dice il Presidente Cri Busca Teresio Delfinoper la grande risposta data dalla popolazione alla nostra raccolta alimentare.  La generosità della gente è stata commovente segno che la solidarietà è ancora percepita come un valore. Mi corre l’obbligo – prosegue il presidente – di ringraziare i nostri volontari e i ragazzi del servizio civile. Un grazie di cuore lo rivolgo anche a Gianpiero Marino e Mario Grassini che hanno organizzato e gestito la raccolta. Siamo certi – conclude – che pur trattandosi di una goccia d’acqua nel mare immenso delle  necessità porteremo un po’ di conforto e sollievo alle tante persone bisognose che dignitosamente bussano alle porte della Caritas”. Sono stati allestiti due punti raccolta: al centro commerciale Mercatò di località san Barnaba di Busca e all’OK Market di via Dronero.  “Concordo con le parole del nostro Presidente – dice Gianpiero Marino – ed esprimo tutta la gratitudine di Mario Grassini e mia nei confronti delle persone che hanno reso possibile l’ottenimento di questo risultato. Siamo soddisfatti e felici ed anche commossi nel constatare che le persone hanno risposto positivamente al nostro appello. Non è stato necessario sollecitare nessuno. Anzi, alcuni ci hanno detto: siete la Croce Rossa, ci fidiamo di voi e nel nostro piccolo, senza distinzioni, partecipiamo volentieri. Ecco, anche questi sono momenti gratificanti”.  Tutto il materiale raccolto, diviso per genere, è stato consegnato ai responsabili Caritas il 29 giugno. “In conclusione – dice Delfino – rivolgo un ringraziamento ai volontari della Caritas che da oggi si occupano della distribuzione del cibo. Loro conoscono le necessità delle persone e sanno fare un uso accorto di ciò che è stato loro consegnato”.